Pasqua in Inglese si dice…

Pasqua in Inglese si dice…

 

 

Per i nostri bambini la festa della Pasqua è sinonimo di uovo di cioccolato, da rompere con un pugno ben assestato per scoprire la sorpresa al suo interno. Nei paesi anglosassoni, invece, i bambini associano la Pasqua ad una caccia al tesoro, in inglese “Easter Egg Hunt” e la sorpresa può arrivare solo se si completa la caccia.

In pratica, in cosa consiste la Easter Egg Hunt?

La tradizione prevede che, dopo la funzione religiosa in chiesa, i bambini e le loro famiglie trascorrano del tempo all’aperto in giardini o parchi pubblici dove animatori travestiti da coniglietto, in inglese “Easter bunny” o da Humpty Dumpty (personaggio di una filastrocca a noi noto solo tramite il cartoon Disney “Alice nel paese delle meraviglie”) nascondono uova colorate per ogni bambino e chi le trova può reclamare il proprio regalo.

La tradizione pagana racconta anche che da sempre l’uovo è sinonimo di vita e rinascita e nel periodo quaresimale in cui era vietato consumarle queste venissero bollite in attesa del giorno di Pasqua, che concludeva il digiuno, per essere donate e mangiate. Spesso, essendo un dono, venivano dipinte per renderle più speciali.

Una cosa è certa: ai bambini piace tantissimo sia decorare le Easter Eggs, che dare loro la caccia, per cui noi vi suggeriamo di fare… entrambe le cose!

Decorare le uova è facilissimo: bollite le uova, così che siano meno fragili per essere manipolate dai più piccoli. Poi lasciate che i bimbi le decorino come preferiscono. Fate asciugare e mettetele in un bel cestino come centrotavola per la domenica di Pasqua.

Un’altra tecnica è quella di aggiungere del colorante alimentare all’acqua di cottura. In questo modo il guscio verrà colorato uniformemente e otterrete delle uova bellissime. Se volete usare ingredienti naturali, alcuni suggerimenti sono: curcuma per il giallo, prezzemolo per il verde, barbabietola rossa per il rosso e il rosa, paprika per l’arancione, vino rosso per il viola e mirtilli per il blu.

I più creativi, possono decidere di creare un piccolo craft come quello che abbiamo fatto noi! In questo caso, l’uovo può essere svuotato facendo un forellino in alto e uno in basso usando un ago robusto.

Ma secondo voi noi ci accontentiamo di decorare le uova? No!!! Ovviamente Learning Bus vi invita ad organizzare una vera e propria Easter Egg Hunt! Come? È facile, prendete carta e penna:

  1. Pensate a dei semplici indovinelli, oppure piccoli giochi di logica o di matematica. Mi raccomando scriveteli in modo che siano adatti all’età e agli interessi del vostro bimbo. Per i bimbi che vengono ai nostri corsi, potreste organizzare degli indovinelli legati all’inglese (potete prendere spunto dall’Area Riservata del sito): anche il disegno di uno dei tanti oggetti di cui abbiamo imparato il nome in inglese può diventare un indovinello, se loro devono dirvi la parola corrispondente. Per i più grandicelli, possono essere brevi frasi in inglese da completare, proprio come i giochi che proponiamo sempre nell’Area Riservata. (Nella foto, alcuni esempi: “quanti mesi di un anno hanno 28 giorni?”, “la mamma di Susan ha 3 figli, Bob, John e…?” “15+34-6=?”. Esempi di indizi di dove trovare le uova: “mi trovi che sto facendo “il giro del mondo in 80 giorni” = vicino al libro).
  2. Preparate le uova, che siano uova vere decorate, ovetti di cioccolato, ovetti di plastica (in questo periodo si trovano un po’ in tutti i negozi che vendono dai quaderni ai piatti di ceramica).
  3. Abbinate ad ogni uovo un indovinello.
  4. Nascondete le uova e l’indovinello insieme ma scrivetevi su un foglio dove (l’anno scorso una Teacher ci ha messo un mese a ritrovare l’ultimo uovo, si era dimenticata dove lo aveva nascosto!). Per i più piccoli usate nascondigli facili, per i grandicelli rendete la caccia una sfida divertente (provate ad attaccare un uovo sotto una sedia con dello scotch resistente, hihihi!).
  5. Per ogni uovo nascosto, scrivete una frase che aiuti il vostro bimbo a trovarlo. Anche qui, siate creativi ma coerenti con l’età del vostro bimbo.
  6. Il primo uovo e il primo indovinello possono essere posizionati in modo ben visibile in cucina, o in cameretta al risveglio! Quando il bimbo risolve l’indovinello, consegnate il bigliettino con l’indizio su dove trovare il secondo uovo.

Che la caccia abbia inizio, buon divertimento a tutti!

Ivonne

Ivonne

Related Posts

Goodbye Prince Philip

Goodbye Prince Philip

HOT CROSS BUNS: UNA TRADIZIONE PASQUALE INGLESE

HOT CROSS BUNS: UNA TRADIZIONE PASQUALE INGLESE

Tutorial for a Happy Father’s day card

Tutorial for a Happy Father’s day card

Saint Patrick’s day

Saint Patrick’s day

No Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *